Coronavirus: 1 miliardo per le imprese. I fondi a sostegno delle Pmi, in due decreti

Posted By Daniela Montalbano on Feb 29, 2020 | 0 comments


I FONDI PER L’EMERGENZA: ANCHE LA UE DOVRA’ FARE LA SUA PARTE – Per ora non c’è nulla di certo, solo promesse sulla carta. Però, ci sono. Ne scrive “Il Messaggero”.Sono due i decreti legge sui quali sta lavorando il governo per poter arginare gli effetti economici dell’emergenza coronavirus. Il primo, che arriverà questa settimana, punterà a sostenere l’economia della zona rossa; il secondo, invece, vedrà la luce la prossima settimana a sostegno dei settori e delle regioni comunque colpiti dallo stop legato alla diffusione del coronavirus.
L’impegno del governo:
➡️Potenzierà il fondo per le piccole e medie imprese portandolo da 600 a 750 milioni di euro, con priorità automatica e accesso senza oneri alle aziende che operano nella “zona rossa”, riconoscendo il massimo della garanzia concedibile (80%) e prevedendo la gratuità degli oneri della pratica,➡️Alle imprese esportatrici andranno 350 milioni di euro come indennizzo per le perdite subite,➡️La cassa integrazione verrà estesa al settore del Turismo con un fondo di 100 milioni di euro➡️Ai lavoratori autonomi che non hanno ammortizzatori sociali, dovrebbe arrivare un sostegno, per tre mesi, di 500 euro mensili,
Negli undici Comuni della “zona rossa” si è disposto lo stop al pagamento delle tasse e delle bollette con scadenza fra il 21 febbraio e il 31 marzo,➡️Sospensione dei pagamenti dei premi assicurativi, dei pagamenti di bollette elettriche, idriche e gas per sei mesi, dei diritti di segreteria e del diritto annuale dovuti alla Camera di Commercio. ➡️Sospeso il versamento corrisposto ai fondi mutualistici del 3% degli utili di esercizio.

La Cassa Depositi e PrestitiHa deciso un intervento autonomo a sostegno del sistema delle imprese con uno stanziamento fino a 1 miliardo per le Pmi, a tassi calmierati, da veicolare tramite il sistema bancario.
Le proroghe – Il governo ha deciso anche per alcune proroghe che interesseranno il mondo delle piccole e medi e imprese:
Proroga dell’entrata in vigore delle procedure di allerta per tutte le Pmi
Sospensione dei pagamenti nei confronti di Invitalia sul rientro di finanziamenti e contributi agevolati, relativi soprattutto all’imprenditoria giovanile e femminile
Sospensione delle rate dei mutui bancari per imprese e famiglie
L’Unione Europea – Il governo italiano ha chiesto alla Ue di poter utilizzare il Fondo di solidarietà europeo e l’attivazione – per le Pmi – di una nuova linea di credito della Banca europea degli investimenti per dare loro liquidità.


Le richieste di Regione Lombardia al governo – Attilio Fontana, presidente di Regione Lombardia, e la Giunta regionale hanno fatto un’azione di pressing sul governo per dare alle imprese – non solo a quelle della “zona rossa” – tutto il sostegno possibile. Fra le azioni richieste, alcune sono già state inserite nei due decreti che dovrebbero essere varati in brevissimo tempo.

Le ricordiamo:
1) creazione di un Fondo nazionale di solidarietà per sostenere attività economiche, Famiglie e Enti locali (e che venga attivato velocemente)
2) esenzione temporanea da tributi e adempimenti fiscali/burocratici
3) esenzione del pagamento di utenze da parte di liberi professionisti, attività commerciali, artigiani e tutte le categorie produttive danneggiate dalle ordinanze restrittive in tutta la Lombardia, non solo nella “zona rossa”
4) agevolare la viabilità in modo da permettere ai pendolari di ottimizzare il tempo casa-lavoro
5) attivare un tavolo ufficiale con Banche e Istituti finanziari per dilazionare i termini di pagamento delle rate dei mutuiistituire un fondo per cassa integrazione straordinaria per quei lavoratori che hanno perso anche solo temporaneamente il posto di lavoro
6) sostegno a istituzioni, attività e operatori del settore artistico e culturale
consentire ai dipendenti che hanno sintomi influenzali di comunicare a distanza col medico in modo che questi possa redigere il certificato senza che il malato debba per forza andare dal dottore
7) sostenere esercenti del settore ristorazione e intrattenimento tramite esenzione dei tributi e creazione di uno specifico fondo di risarcimento
risarcimento e agevolazioni per le aziende del settore dei viaggi, turismo, trasporti, ricezione alberghiera e extra alberghiera
8) sostegno economico alle famiglie in difficoltà a causa della chiusura di asili e scuole, con anche risarcimenti delle rette già pagate
risarcimenti a operatori del settore mercatale e fieristico, sia per le spese sostenute che per gli introiti mancati
9) sostegno economico agli organizzatori degli eventi sportivi
sostegno economico degli operatori di attività collegate al benessere della persona
10) sostegno a tutte le realtà economiche e imprenditoriali della Lombardia con attività penalizzata direttamente o indirettamente dal Coronavirus e relative ordinanze restrittive fare in modo che il Governo crei un’iniziativa analoga per ottenere sostegno dall’Unione Europea tramite la creazione di un Fondo europeo di solidarietà

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.