CORONAVIRUS – Mascherine chirurgiche a 50 centesimi. Arcuri firma l’ordinanza “blocca prezzo”

Posted By Daniela Montalbano on Apr 28, 2020 | 0 comments


Il commissario straordinario per l’emergenza Covid-19, Domenico Arcuri, ha firmato l’ordinanza che impone un prezzo massimo di 50 centesimi (più Iva) per la vendita al pubblico delle mascherine chirurgiche che dovranno rispettare lo standard previsto dalla norma UNI EN 146883. Nel dettaglio, il provvedimento di Arcuri recita: “Il prezzo finale di vendita al consumo non può essere superiore per ciascuna unità a 0,50 euro, al netto dell’imposta sul valore aggiunto”.

La decisione di imporre alle mascherine un prezzo calmierato, annunciata dal Premier Conte in conferenza stampa, è stata assunta per la “necessità di assicurare la massima diffusione dei dispositivi di protezione individuale, anche in ragione del prevedibile aumento della domanda di mascherine chirurgiche in esito al prossimo avvio della così detta ‘fase 2’”, considerando che “tale aumento della domanda” di strumenti utili a fronteggiare l’emergenza potrebbe comportare una “lievitazione ingiustificabile dei prezzi al consumo”. Occorre ricordare, infatti, che l’utilizzo delle mascherine sarà obbligatorio ovunque e in ogni circostanza ‘sociale’ sia per chi si deve recare al lavoro sia per chi vuole fare una passeggiata.

Stando all’annuncio del Premier Conte, il prezzo finale delle mascherine potrebbe restare fisso a 50 centesimi grazie all’azzeramento dell’IVA.

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.