Le donne in Iran potranno andare allo stadio: la svolta storica dopo 40 anni

Posted By Daniela Montalbano on Set 23, 2019 | 0 comments


Svolta storica in Iran. Dopo quarant’anni, le donne potranno tornare negli stadi di calcio. Al termine di prolungate pressioni della Fifa, che aveva minacciato di escludere la Repubblica islamica dalle competizioni internazionali, il governo ha fatto cadere il tabù, anche se al momento solo per i match della nazionale.
“Tutte le preparazioni necessarie sono state fatte in modo che le donne, inizialmente solo per le partite internazionali, possano entrare negli stadi di calcio”, ha annunciato in una nota il ministro dello Sport, Masoud Soltanifar.

La rimozione del bando giunge a pochi giorni dall’indignazione scatenata in tutto il mondo dalla tragica morte della ‘ragazza in blu’, la 30enne tifosa iraniana Sahar Khodayari che si era data fuoco per non tornare in carcere dopo essere stata scoperta in mezzo agli uomini sulle tribune…

Sono già stati approntati ingressi, spazi e bagni separati per uomini e donne, ha spiegato il ministro, promettendo un dispiegamento rafforzato di polizia per garantire che non vi siano incidenti. Una mossa che frena le possibili sanzioni minacciate dal presidente della Federazione internazionale, Gianni Infantino.

Una parte dei quasi centomila posti del gigantesco impianto della capitale saranno quindi riservati alle tifose, che invece dovranno ancora guardare in tv domenica l’atteso derby di Teheran tra i rossi del Persepolis e i blu dell’Esteghlal. Proprio per quest’ultima squadra, allenata ora dall’italiano Andrea Stramaccioni…

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.